Nonostante il nome, questa specie, in realtà, non è molto comune nelle nostre zone. Il Delfino comune predilige le acque temperato-calde, anche se in estate può spingersi in zone più fredde. Esistono popolazioni che vivono soprattutto in mare aperto anche se la maggior parte sono invece più costiere e prediligono profondità inferiori ai 500 m.

Il dorso e il capo del Delfino comune sono di colore grigio scuro o nero. Sui fianchi ha una caratteristica macchia gialla e grigia a forma di clessidra che lo distingue chiaramente dalla Stenella. Ha ventre bianco e una linea scura che va dal petto alla mandibola. Altre linee, chiare e scure, collegano il muso agli occhi ed il muso alle pinne pettorali. Può raggiungere i 2 m di lunghezza e i 100 kg di peso.

È un delfino che non presenta sostanziali differenze dagli altri piccoli odontoceti, può immergersi fino a 300 m di profondità e raggiungere i 65 km/h; compie spettacolari acrobazie e salti fuori dall’acqua e per questo può essere confuso con la Stenella.

La sua dieta è a base di pesci pelagici e cefalopodi.